LUNA PIENA

Playmouth cittadina della Cornovaglia è il 30 aprile giornata di pieno sole senza nemmeno una nuvola in celo. In questa cittadina tranquilla si trovava una deliziosa villetta in legno su due piani con un grande giardino e un bosco sul retro dell'abitazione. Ci abitava la famiglia Spencer, il padre Michael lavorava al Ministero della magia di Londra nella sezione Ufficio per la Cooperazione Magica Internazionale. Era di statura media, capelli neri carnagione chiara. Il figlio Robert anche lui lavorava come Auror al Ministero della magia, altezza media con capelli neri un po' riccioloni con carnagione chiara. Infine c'era la figlia Mandy che diversamente dal padre e dal fratello lavorava nella sua clinica veterinaria. Si appassionò alla zoologia e l'erbologia durante il periodo a Hogwarts, era molto amica di Luna ed Hermione. Mandy era che lei di media statura carnagione chiara con capelli neri ricchi. Possedeva un grande dono quello di essere "Un Signore dei Draghi", il suo compito era quello di proteggerli e salvarli; questo potere le fu passato da sua madre che quando morì toccò alla figlia nel portare avanti questo dono. Possedeva un meraviglioso drago di nome Blue perché la sua corazza si memetizzava con il colore del cielo sia di giorno che di notte. Ad ogni richiamo di aiuto della padrona Blue correva da lei nell'immediato.

La quiete della tranquillità si spezzò subito quando l'intera squadra di quiddich guidata da Mandy tornarono a casa per la vittoria. Mandy era tenuta sulle spalle di Paul.

Paul era il migliore amico del fratello Robert, capelli castano scuro, carnagione chiara, naso curvo alla Liam Neeson, baffi e una leggera barba.

Ora puoi anche mettermi giù Paul!commentò Mandy, così si piegò sulle ginocchia per farla scendere. Lei era radiosa di felicità per la vittoria della sua squadra e per il fatto che stasera si festeggeranno i fuochi di Beltane.

Questa festa ai tempi di Re Artù era molto amata dai Druidi, si dice che i Druidi accendevano dei falò in cima ai colli dove conducevano il bestiame per purificarlo, lo stesso veniva svolto anche dalle persone. Ogni anno a Calton Hill in Scozia si festeggia questa festività. Mandy amava questa festa e quella sera sarebbero andati con gli altri anni a Calton Hill.

Mandy si rivolse a Paul sorridendogli Verrai anche tu stasera con noi vero? Paul gli rispose con rammarico dicendole che non poteva venire per un suo impegno. Delusa si scostò andando a riempire il bicchiere si succo di zucca.

Allora squadra tra due settimane giocheremo contro i "The White Sharks". Il loro capitano era dei Serpeverde, dobbiamo batterli a tutti i costi! dissè Mandy dal tono energico, mentre la squadra esultava. Rincasò il padre dopo una giornata piena di lavoro Immagino che abbiate vinto! rivolendosi alla figlia. Certo che hanno vinto papà, ma potevi venire raggiungerci alla partita lei ci teneva molto! si intromise Robert, Mandy si intromise nel discorso Bobby non fa nulla!Robert la guardò accarezzandole il mento poi continuò Spero che almeno verrai stasera con noi a Calton Hill. Il padre abbassò lo sguardo e rientrò in casa.

Robert è il fratello maggiore con cinque anni di differenza tende molto a proteggerla, non sopporta quando il padre salta le partite di quiddich.

Era una bellissima serata c'era anche la luna piena, era bella luminosa e a Calton Hill c'era un mucchio di maghi di tutte le età, fuochi d'artificio,persino banchetti di caramelle. Mandy aveva gli occhi che luccicavano. Quest'anno voleva provare a passare il fuoco "dopo tutto sono una Corvonero!" riflettè tra sé. Si avvicinarono per vedere meglio i fuochi, Mandy calcolava lo spazio e il tempo necessario per infilarsi nella fila. Quando Michael e Robert si distrassero per qualche instante e Mandy corse per passare nella fiamma, Robert cercò di afferrarla per il braccio ma il suo braccio gli scivolò tra le mani. Robert le gridò di tornare indietro ma Mandy passò subito. Robert e il padre le andarono incontro erano furenti e agitati entrambi Sei impazzita! gridò il padre, lei riprese E' stato bellissimo e divertente! Devi calmarti commentò esaltata. Nel frattempo a Plymout in centro c'erano banchetti che vendevano tutti tipi di gioielli.

Robert rimase stupito vendendo la sorella che ignorava il pericolo, era diventata avventata in ogni così soprattutto nel quiddich. Non gli disse nulla perché in quel momento era preoccupato per Paul.

La gente udì dei continui ululati in vicinanza, lupo mannaro corse per tutta la cittadina uccidendo tre persone. I maghi più coraggiosi tentarono di fermare la bestia. Da un vicolo sbucò in tutta velocità un lupo che attaccò il mannaro attaccandolo al collo cercando di portarlo via dai maghi.
Tornati a casa la città era un disastro
che diavolo è successo Qui? domandò il padre sconcertato dalla vista dei morti e delle bancarelle distrutte, una voce dall'ombra della notte gli rispose alla domandaMa come non lo sapete?! Un lupo mannaro ha attaccato la città. Poi è arrivato un'altro lupo e si sono messi a lottare. Mandy si scostò dal padre e dal fratello sentì un guarire pronunciò "Lumos" Dirigendosi verso l'angolo della via sentì ancora guaire passo per passo si avvicinò sempre più, poi pronunciò "Revelio". In quel istante si sentì toccare la spalla, si Girò di scatto puntando la bacchetta Hey stai calma sono io! rispose Robert Ora vorresti tirare giù quella bacchetta?! Mi stai accecando continuò il fratello. Dovevi palesare la tua presenza, ho preso un colpo!... Avevo sentito dei rumori e mi sono avvicinata. Abbassò la bacchetta con la mano tremante. Il guaire che sentì cessò, probabilmente il mannaro se ne ara andato con l'arrivo di Robert.
Papà vuole che ti porti a casa, vuole controllare che il lupo mannaro non torni spiegò il fratello. Non sono più una bambina... ti ricordo che sono un signore dei draghi e so badare a me stessa! ribatté la sorella seccata. Lo so! Ma andiamo a casa lo stesso continuò il fratello, poi le cinse il braccio intorno alla spalla e si dicessero verso casa. Rincasati il padre prese in prestito il barbagianni di Mandy, gli accarezzò la fronte Se vedi qualcosa avvertimi! il barbagianni emesse un verso e prese il volo. Poi si congiunse con due uomini a cercarlo mentre Robert controllava i perimetri della casa.

La mattina seguente stavano già risistemando la città, erano le nove e trenta e il cielo era nuvoloso e l'aria era fresca. Robert si fermò alla casa numero 19 bussò due o tre volte alla porta, il proprietario aprì alla porta Ciao Bobby! salutò sorridendo invitandolo ad entrare Sei un rottame amico! commentò Robert accomodandosi in casa.

Paul tirò fuori dal cassetto marrone dell'armadietto vicino al divano consegnando all'amico la fiaschetta vuota. Robert la prese in mano e la annusò E' la tua pozione anti lupo …. Cosa c'è' che non va?

L'odore è lo stesso ma il sapore cambia. Qualcuno mi ha sostituito la pozione e intendo andare infondo a questa storia.

Robert si alzò andò in bagno aprì l'armadietto sotto il lavandino e tirò fuori le garze e il disinfettante poi prese una bacinella. Versò il disinfettante nella bacinella imbevendo le garze E' un vero problema, qualcuno sa che sei un lupo mannaro. Dammi il braccio … troveremo insieme la persona che ti sta facendo questo, Paul emesse un grido di dolore Fai piano! Brucia …. E comunque non c'è bisogno che mi fai da mamma chioccia Robert lo guardò per un instante e riprese Sei ridicolo sai?! È normale che bruci, vuol dire che fa effetto. Non puoi leccarti le ferite da solo, ora ti metto la prossima sulla spalla non muoverti. Dopo aver rattoppato l'amico aprì le finestre per far entrare aria fresca Sai puzzi di cane bagnato sai?! disse ridacchiando ahaha!... ma non devi andare al Ministero a lavorare? avvicinandosi a Robert gli mise una mano sulla spalla Stai tranquillo Bob sto bene. Vai pure.

Qualche giorno più tardi

Mandy era in clinica stava bendando la zampina posteriore dello Snaso che bello tranquillo si strusciava sulla pancia una moneta d'oro. La sua collega la chiamò per farle sapere c'era una persona per lei all'ingresso. Mise nella gabbietta lo Snaso dirigendosi all'ingresso. Fu una bella sorpresa trovare la sua amica Hermione ma che ci fai qui? le andò incontro con un sorriso smagliante. Hermione la abbracciò Sono venuta a trovarti e anche per vedere la tua squadra vincere la partita …. Ma soprattutto sono qui per lavoro.

Avvisò la sua collega che sarebbe andata per una decina di minuti a bere un caffè. Andarono alla caffetteria "La Mandragola", era un delizio locale su due piani e con il posto anche in giardino recintato attorno da paletti bianchi pieni di fiori. Ordinarono due cappuccini parlando del più e del meno e soprattutto della faccenda del lupo mannaro. Hermione mescolava il cappuccino con il cucchiaino I piani alti mi hanno mandata qui per indagare sull'avvistamento, e avevo voglia di rivederti. Ce l'hai con me?. Mandy portò la tazza alla bocca sorseggiando il cappuccino Sono ancora qui mi sembra …. voglio aiutarti se ti fa piacere. Ora devo tornare alla clinica, ma ti aspetto venerdì alla partita alle sei e trenta del pomeriggio.

Verrò volentieri rispose sorridendo Hermione. Si lasciarono per i loro impegni ma Mandy si voltò di colpo Dimenticavo sei invitata a cena domani sera alle otto Hermione si girò e accettò.

La sera seguente la famiglia era al completo in più cerano Hermione e Paul anche se lui era quasi sempre da loro. Lo sguardo di Paul era concentrato su Mandy che stava apparecchiando la tavola con Hermione. Ma Mandy diventava rossa come un'anguria Dovresti farti avanti bisbigliando all'orecchio della amica, Mnady fece finta di nulla continuando ad apparecchiare la tavola Non è così semplice è il migliore amico di Bobby. Hemione appoggiò i piatti impilati sul tavolo si avvicinò a lei mettendole la mano sulla spalla Mai tirarsi indietro quando si parla d'amore. Basta fare il primo passo con lo sguardo indicò Paul.

Paul mi prenderesti la zuppiera verde la in alto grazie? indicandola con il dito

Certamente cara si scostò da Robert, prese la zuppiera sorridendole e lei arrossì ancora di più. Arrivò l'ultima portata: la torta cioccolato e frutti di bosco era la preferita del papà, magari riusciva ad addolcirlo. Robert si tagliò una fetta mettendola nel piatto Quando è la partita? Mandy rispose al fratello tutta eccitata Venerdì alle sei e trenta del pomeriggio. Il barbagianni si staccò dal suo trespolo volando sulla spalla ella padrona avvicinandosi alla faccia per avere attenzioni, così Mandy lo coccolò per un po' poi aprì le finestre e il barbagianni prese il volo per la caccia notturna.

Non crederai di giocare venerdì vero? C'è un lupo mannaro in circolazione chiese il padre

Cosa hai detto? La mia squadra conta su di me e tu non puoi impedirmi di giocare ribattè Mnady con la rabbia che trasaliva.

Si che posso! Sono tuo padre e farai ciò che ti dico hai capito? il tono del padre si alzò. Mandy era furiosa e puntò la sua bacchetta contro il padre Non sono più una bambina! Con permesso ma ho un Gallese Verde con la congiuntivite. Uscì di casa di corsa e Paul le andò incontro nel buio della sera; Fermati! o prenderai freddo si tolse il maglione blue mettendoglielo sulle spalle. Mandy lo contemplò alzandosi sulle punte dei piedi lo baciò, per un istante la fissava poi la strinse fra le sue braccia e la baciò.

No… non possiamo, io non posso farlo sei sua sorella con gli occhi lucidi corse in casa. Hemione vedendo che Paul rientrava la raggiunse Cos'è successo? le chiese stringendosi le braccia per il freddò primaverile Ci siamo baciati… ma ha detto che non può farlo per via di Bobby tra sommessi singhiozzi scoppiò in lacrime appoggiando la testa sulla spalla di Hermione.

Hermione la cinse attorno a se consolandola Ma non dovevi mettere le gocce al Gallese Verde?! con due dita sotto il mento le tirò su la testa, Mandy si asciugò gli occhi annuendo Certo! Andiamo allora … così vedrai gli altri draghi che sto curando.

Prese la mano di Hermione materializzandosi in un bosco fitto con rovi fitti che celavano una grotta irraggiungibile con un apertura in alto. C'erano trappole ovunque per tenere gli sconosciuti lontani. Metti i piedi dove li metto io si rivolse a Hermione prendendole la mano. La grotta era buia ma da lontano si vedevano delle luci e man mano che si avvicinavano le luci si fecero più vive, erano le rocce che riflettevano la luce delle stelle. Il paradiso dei draghi era pieno di rocce, torrenti, cespugli per soddisfare le condizioni ambientali dei draghi.

C'erano due Spinati uno argentato regalatogli da alcuni Druidi, e latro colore classico degli Spinati. Un petardo cinese, un drago d'acqua, un drago delle rocce e infine il suo Blue. Portò Hermione da Morgana il Gallese Verde con la congiuntivite, Hermione la distrasse coccolandola sul muso verde mentre Mandy le metteva il colluttorio negli occhi. Una volta messa la medicina le mostrò gli altri draghi, in quel momento Blue piombò da loro per salutarle.

Mandy si inchinò come segno di rispetto e Blue fece lo stesso Che bello vedervi …. Vedo che hai portato con te Hermione Granger …. Molto bene è stato voluto il vostro incontro. Hermione era sopresa che lui la conoscesse, non si erano mai visti Tu sai chi sono? domandò incuriosita Ma certamente gli rispose Blue e riprese Mandy, devi stare lontano da Paul è pericoloso. Ci sono cose più grandi di te da. Incredula non gli rispose nemmeno ma solo se poteva portale a casa. Blue le accolse sulla sua schiena sfrecciando nel cielo della notte, la sua corazza si confondeva con lo sfondo del cielo. Mi fermo qui non posso andare oltre dissè il drago, Mandy lo ringraziò con un inchino ringraziandolo. Mandy accompagnò Hemione alla pensione dove era alloggiata E ora che fai torni a casa? domandò Hermione anche se conosceva già la risposta, Tu mi hai detto che non si dice no all'amore!.

Mandy andò dritta a casa di Paul, bussò più volte alla porta Che ci fai qui? chiese il suo amato Una cara amica mi ha detto che non bisogna mai rinunciare all'amore! gli confidò lei. Mandy si avvicinò a lui fissando i suoi occhi scuri, lui la cinse intorno a se baciandola profondamente passando poi al collo. La prese in braccio portandola in camera da letto e chiudendo la porta dietro sé con il piede. La notte passò rapidamente e la sveglia suonò erano soltanto le sette e trenta, allungò il braccio per spegnerla poi si rimise accoccolata sul petto di Paul.

Paul si svegliò strofinandosi gli occhi chiese Ma che ore sono?

Le sette e trenta … e devo prepararmi per il lavoro e anche tu! gli rispose. Nell' alzarsi dal letto lui la riprese fra le braccia inondandola di baci. Non vai da nessuna parte! gli dissè dolcemente

Le cose belle durano poco! ridendo lo baciò e si diresse in bagno per vestirsi. Nel uscire dalla camera perse la sua collana dello stemma Corvonero, poi vide il cassetto del mobiletto aperto, lo aprì e trovò la fiaschetta, la annusò e riconobbe l'odore della pozione anti lupo e da li capì ogni cosa. Si rivestì subito salutando Paul, passò prima da casa per prendere il materiale da lavoro. In camera sua entrò il padre che si stava preparando per il lavoro? Dove sei stata? gli domandò Ho dormito da Hermione e ora scusami ma devo scappare al lavoro! le rispose ancora seccata dalla sera prima. Il padre continuò Puoi andare alla partita! Visto che ci tieni tanto Mandy lo guardò e lo abbracciò Grazie, ci tengo troppo al Quiddich, poi sfrecciò al lavoro.

I giorni passarono e ad ogni buco libero si vedeva con Paul di nascosto. Poi arrivò il giorno della partita e dovette cercare la soluzione.

Prima della partita cercò Hermione ovunque, alla fine la trovò agli spogliatoi in cerca di lei Dove eri finita ti stavo cercando … so chi è il lupo … è Paul! le passò tra le mani la fiaschetta, Hermione impallidì, non poteva crederci Qualcuno l'ha sabotata, mi serve il tuo aiuto per rifarla in tempo!. Hermione doveva connettere qualche secondo Ok ma calmati! Fammi riflettere … poco fa ho visto il tuo Paul insieme ed un Auror di nome Goldsmith gli stava passando qualcosa, e credo che fosse una pozione e posso affermare che sia stato lui. Ci vediamo dopo ora vai a prepararti.

L'arbitro lancia il fischio di inizio il cacciatore con la pluffa è marcato su entrambi i lati! Forse la partita inizierà con una Spencer's Mandy. I cacciatori vogliono accompagnare l'avversario sulla pista da ballo … oppure Spencer usa la sua mossa, Spencer ha davvero messo quel cacciatore alle strette!. I due cacciatori bloccano in mezzo l'avversario, Spencer gli ruba la palla lanciando la pluffa al compagno che fa goal!. 10 punti per Le Pantere. Che fantastica manovra di volo, signori e signore! A che serve la fortuna, con il talento di Spencer?. Il cacciatore avversario è in possesso della pluffa, ma Spencer non ci sta! Sottrae la pluffa all' avversario, permettendo al suo compagno di intercettarla. Il cacciatore avversario si riprende la pluffa lanciandola al compagno che si reca dal portiere delle Pantere e fa goal! Siamo pari 10 punti per i White Sharks, è forse la fine della fortuna di Spencer?. Spencer cerca la pluffa come uno snaso cerca una borsa piena di galeoni! Riuscirà a rubare la pluffa?

forza Mandy!... il bolide, stai attenta al bolide! gridò a squarcia gola Robert. Mandy non riuscì a sentire le indicazioni del pericolo c'era troppa gente che esultava per le squadre. Il tempo stava cambiando le nuvole diventarono più grigie di prima.

Il battitore avversario lancia il bolide verso Spencer, è talmente concentrata che non se ne accorge e viene colpita al braccio. Spencer precipita a terra velocemente.

Ma dagli spalti Hermione lanciò un "Arresto Momentum" su Mandy in caduta.

Accidenti il leader della squadra è caduto, ma la cercatrice della sua squadra va all'inseguimento del boccino d'oro compiendo la sua mossa del surf….. il boccino d'oro è preso signori Le Pantere conquistano 150 punti e si assegnano la vittoria.

La squadra di Mandy la aiutanorono ad uscire dal campo, Hermione e Paul le corrono incontro per soccorrerla seguiti dal padre e dal fratello. Stai bene? Ho dovuto usare Arresto Momentum se no saresti ridotta molto peggio spiegò Hermione. Il braccio mi fa parecchio male temo che sia rotto …. Almeno abbiamo vinto grazie a Claire! rispose Mandy ridacchiando. Paul piombò di colpo abbracciandola Ho temuto per te! poi la baciò sulla fronte. Hermione guardò il suo braccio Hai ragione è rotto ma tenterò con un incantesimo, ti avverto sentirai un dolore! estrasse la bacchetta pronuncio "Brachium Emendo". Mandy gridò di dolore Ora dovresti sentire meno dolore ma è meglio farlo controllare da un medico le disse Hermione sollevata.

Hemione la aiutò ad alzarsi consegnandola al padre La porti da un medico prima possibile

Certamente, Granger, la porto subito commentò il padre.

Il medico le visitò il braccio ed rimase sorpreso di vedere un "Brachium Emendo" svolto alla perfezione, poi le bendò il braccio legato al collo dimettendola.

Quel sera ci sarebbe stata la luna piena, Hermione va a trovare Mandy a casa per vedere come stava. Allora come stai?ti fa molto male?

Non molto, ma non potrò giocare per un po' di tempo. Allora hai trovato una soluzione per la pozione? Ho già tutti gli ingredienti me li sono procurati nei giorni scorsi, ma se tu la migliore nelle pozioni gli chiese l'amica.

Molto bene allora!, ci mettiamo subito al lavoro, ma stai attenta i lupi mannari non riconoscono più gli amici una volta trasformati. Le due amiche si misero subito al lavoro con la pozione.

Paul era in casa al riparo dalla luna piena in compagnia di Robert. Paul era in doccia mentre Robert è rimasto in soggiorno ad aspettarlo e vicino al divano trova una collana, il suo viso impallidì rapidamente riconoscendo il ciondolo di Corvonero appartenente alla sorella. Gli trasalì la rabbia, Paul uscì dalla doccia Robert che hai?sei strano Robert lo guardò tirando fuori dal pugno la collana questa!... è di mia sorella, come ci è finita qui?. Aveva gli occhi pieni di rabbia si alzò in piedi sbattendola sotto il suo naso. Paul era in trappola era dispiaciuto per averlo saputo così Senti te lo avrei detto, ma volevamo aspettare il momento giusto. Robert tirò fuori la sua bacchetta sbraitandogli addosso perché?... dimmelo? Sei stata con lei si o no?. Ora capisco perché nei giorni scorsi eri sempre impegnato Paul aveva gli occhi lucidi e continuava a scusarsi Si va bene! Io la amo con tutto il cuore non le farei mai del male.

Anche lui sfoderò la sua bacchetta, Robert nervoso di rabbia abbassò la bacchetta e uscì sbattendo la porta. Con l'aiuto di Hermione la pozione è completa. Forza corri da lui!ordinò Hermione. Nel mentre che Mandy si preparò ad andare in camera sua piombò il fratello, tirò fuori dalla tasca dei pantaloni la collana, Mandy sbiancò cercando di spiegare Non ho tempo ora! Devo dare questa a Paul.

Robert le bloccò la strada Fermati! le ringhiò contro

Bobby ne parliamo più tardi, ma se non gli do questa in tempo tornerà ad essere un mannaro!aveva gli occhi pieni di lacrime, a quel punto intervenne Hermione Dice la verità Goldsmith gli ha consegnato le fiale sbagliate apposta, lo vuole fare fuori. Il fratello incredulo abbassò la bacchetta, Mandy si materializzò in camera andando da Paul. Hermione insieme a Robert avvisarono il padre per chiedere aiuto.

Paul aprimi sono io, so che sei tu il lupo mannaro! gridò a squarcia gola, ma poi si accorge che la porta è aperta con la bacchetta in mano entrò vide la camera da letto aperta si avvicinò lentamente ma sbucò Paul trasformato chele ringhiò contro cercando di morderla. Mandy scappò nel bosco vicino, ma fu rincorsa da Paul.

Nel bosco era da sola e spaventata, Paul si avvicinò silenziosamente e la graffiò sulla coscia sinistra scaraventadola a terra. Mandy gridò forte lanciando l'incantesimo "Periculum". Hermione vide il segnale accorrendo il più veloce possibile con il padre e il fratello, Mandy era stesa a terra sotto le grinfie di Paul, Robert sferrò "Stupeficium" contro Paul. Il mannaro gli ringhiò contro andando verso di lui, il padre la prese in braccio portandola al riparo. Dal buoio del bosco arrivò un altro lupo che attaccò Paul non mollando la preda. Hermione scagliò sul secondo lupo "Espulso", dopo una decina di minuti si riprese e Paul scappò nel buio della notte. Nel frattempo arrivarono gli Auror di Hermione Goldsmith sei in arresto! dichiarò Hermione, Goldsmith ridacchiando si lasciò ammanettare. Robert inseguì Paul, Mandy tra le braccia del padre si risvegliò chiamò il suo drago nella lingua magica. Con tutta velocità Blue arrivò da lei Forza Signor Spencer, salite vi porto al sicuro salirono sul drago che li portò nel nascondiglio insieme agli altri.

Grazie alla magia dei draghi Blue curò la ferita, i padre restò al suo fianco fino a quando non si riprese perfettamente. Nel bosco Robert era in cerca di Paul. Robert nel silenzio sente dei passi alza la bacchetta e si girò di colpo, era Hermione che andò a cercalo per aiutarlo. Si nascosero dietro ad un albero Paul si avvicinò lentamente sorprendendo le prede alle spalle. I due si scostarono accerchiandolo sferrarono insieme un "Levicorpus". Il mannaro venne scaraventato in aria sbattendo la testa sul tronco. Hermione tirò fuori dalla borsetta la seconda fiala della nuova pozione. Si avvicinò al mannaro aprendogli la bocca gli versò la pozione, in pochi minuti ritornò normale. Fu portato subito in ospedale e visitato.

Appena Mandy si riprese il padre la portò in ospedale da Paul. Paul dormiva ancora e seduto sulla sedia in fianco al letto c'ara Robert addormentato. Bob!Bob Paul si svegliò chiamando l'amico, Robert cha stava sonnecchiando aprì gli occhi Hey amico, vedo che stai meglio…. La pozione di Hermione avuto successo. Ti chiedo scusa per quello che è successo, e puoi uscire con mia sorella se la ami così tanto!. Paul si era appena svegliato quidi era in po' spaesato Dici sul serio?!... ma lei non vorrà vedermi, l'ho quasi uccisa, lei non mi amerà mai più!.

Lascialo giudicare a lei questo! gli rispose Robert. Mandy entrò con gli occhi pieni di lacrime, era felice che non ci pensò due volte a baciarlo, poi lo abbracciòIo ti amo così come sei e farò di tutto per restare al tuo fianco. Paul non riusciva a crederci pensava che lei non lo volesse più. Ora ti lascio riposare, accompagno Hermione alla stazione e torno. Gli diede un bacio e accompagnò Hermione.

Alla stazione salutò Hermione, li diede l'ultimo abbraccio Allora è un arrivederci!... grazie dell'aiuto. Non scorderò quello che hai fatto. Hermione si mise a ridere No grazie a te! Di a Paul che quando avrà bisogno delle pozioni di chiederle pure a me. Mandy aggiunse il treno è arrivato, è meglio che vai, salutami tanto Ron.

Hermione salì sul treno mentre Mandy la guardò partire.