Velociraptor

Il sole estivo in Colorado era forte soprattutto nel pomeriggio, saranno state le quattro del pomeriggio e Meggie coricata a pancia in giù stava eliminando la sabbia attorno alle ossa trovate. Maggie Winter una paleontologa eccezionale che amava il suo lavoro ad ogni ora del giorno era sempre chinata sui fossili che scopriva. Da due giorni era incollata ad uno nuovo scheletro, si trattava di un Diplodoco. Con le spalle abbrustolite dal sole continuava a levare la sabbia col pennello incantata dalla meravigliosa scoperta.

"Maggie mancano solo due ore dalla partenza della navetta, mi aveva detto di ricordarglielo" le parole pronunciate appartenevano alla sua collaboratrice Vulcaniana Prya.

"Di già?... il tempo vola quando ci si diverte, finisco con la mascella e poi arrivo" Maggie teneva gli occhi inchiodati sulle ossa senza schiodarsi dalla sua postazione, ma Prya gli ribadì i suoi doveri "Maggie ti rammendo che sei attesa a bordo dell' Enterprise"

Maggie sbuffò posando il pennello malvolentieri, si alzò pulendosi i pantaloni Cargo verdi sollevando polvere, sciolse i capelli color mogano anche quelli impolverati "Ora vado a darmi una ripulita e poi vado contenta?".

"Ne sarei più che felice, e vorrei chiederle di poterla accompagnare"

"Ho bisogno che resti qui a supervisionare i lavori con la sua massima efficienza. Hanno estratto le ultime ossa del Packycephalosauro in Montana?" le chiese Maggie

"Certamente, il resto dei nostri uomini sta svolgendo un ottimo lavoro. Sarebbe logico che venissi con lei" Prya immobile con le mani dietro la schiena.

"D'accordo hai vinto, potrai venire con me. Lo sai a te non so dire di no!" poi andò nella roulotte a cambiarsi.

Sulla navetta in rota verso l'Enterprise Maggie prese in mano il ciondolo legato al collo contemplandolo ed accarezzandolo con le punte delle dita.

"Vedo che non ne separa mai!"commentò Prya seduta accanto a lei, teneva sulle gambe una valigia in plastica contente ossa fossilizzate tenute con la massima cura.

"E' logico come diresti tu! Lo conservo dal giorno che abbiamo trovato lo Spinosauro, dovresti saperlo che è il mio predatore preferito. Non riesci proprio a darmi del tu?! Ci conosciamo da ben sei anni".

Prya chiuse la valigia "E' semplicemente logico, io lavoro per lei e cerco sempre di essere professionale per aiutarla e consigliarle le soluzioni migliori". Maggie ripose il ciondolo sotto la maglia "Ma io ti considero la mia migliore amica, conterà pure qualcosa". Prya si limitò semplicemente con "Molto interessante".

A bordo dell'Enterprise vennero accolte dal Capitano Picard, Riker e il consigliere Troi.

"Benvenuta a bordo Signorina Winter, siamo impazienti di ascoltarla. Lui è il primo ufficiale William Riker e lei è il consigliere Troi". Picard le strinse la mano con gioia.

"E' per me un' onore conoscerla Capitano Picard" si voltò verso Prya "Lei è la mia ami- la mia assistente Prya".

Riker mostrò loro gli alloggi "Potete sistemarvi qui, spero che sarete a vostro agio".

La Forge si faceva strada fra l'equipaggi nel corridoio "Permesso, fatemi passare grazie" faceva lo slalom da destra e sinistra "Signorina Winter! Lasci che l'aiuti". Maggie si girò, reggeva in mano il materiale per la lezione che a breve doveva tenere "Direi che come tattica di abbordaggio sia da migliorare". La Forge le osservò i dorsi delle mani, aveva dei segni di denti come se possedesse un gatto.

"Ma io non intendo nulla del genere, Tenente Comandante Geordi La Forge, sono un suo ammiratore. Prego lasci che l'aiuti".

Maggie sfoggiò un sorriso "Grazie mille".

Maggie sistemò tutto sul tavolo nell'aula, il primo turno era gremito di ufficiali e membri dell'equipaggio, erano tutti li per lei.

Maggie si levo dal collo il ciondolo mostrandolo al suo pubblico chiedendo al computer di mostrare le immagini "Vorrei iniziare con questo, un dente di uno Spinosaurus Aegyptiagus. L'ho trovato qualche anno fa in Egitto è il mio predatore preferito. Viveva nel Cretaceo superiore e inferiore, il suo nome vuole dire lucertola spinosa dell' Egitto. E si può capire dal fatto che sulla schiena aveva una grossa pinna formata da vertebre dorsali, era persino più grosso del Tyrannosaurus Rex. La sua mascella è molto simile a quella degli alligatori, misurava almeno 9 tonnellate. A mio parere era il predatore più micidiale di tutti e il più possente".

"Computer passa all'immagine successiva" "Immagine successiva pronta"

Prese poi un artiglio del Velociraptor facendolo passare al pubblico. Lo sguardo di La Forge era concentrato su di lei e sulla lezione.

"Il velociraptor o Raptor significa rapace veloce, viveva del Cretaceo superiore era uno dei Dinosauri più veloci. Quando vedevano la preda il capo del gruppo era il primo ad avvicinarsi e gli altri attaccavano dai lati cosi che la preda non poteva scappare. Con l'artiglio squartavano la preda, erano persino più intelligenti dei delfini e delle balene. La loro comunicazione era eccezionale più di tutti i Dinosauri, vi farò sentire il loro richiamo. Computer riprodurre suono Raptor". Il suo pubblio rimase molto attento sentendo l'incredibile comunicazione dei Raptor. "Se non ci fosse stata la pioggia di meteorite i Raptor sarebbero stati la specie dominante. Credo anche che l'uomo se fosse coesistito con loro avrebbe potuto persino addestrarli e i Raptor sarebbero rimasti fedele al padrone. Come potete vedere avevano ossa leggere e cubiche come gli uccelli, e poi i due buchi che avevano erano le orecchie proprio come gli uccelli attuali. Con il tempo iniziarono ad mettere le piume. Un' altro dinosauro molto simile era il Archaeopteryx con il becco e le piume ed ali".

La Forge la interruppe gentilmente facendole una domanda"Lei ha appena detto che i Velociraptor potevano essere addestrati, quindi secondo lei avrebbero sempre risposto al padrone però non può negare che rimane sempre l'istinto da predatore. Quindi come possiamo sapere il loro istinto si possa sublimare?".

Maggie restò in sileno per qualche istante "Non possiamo saperlo, ma molti studi sull' obbedienza dei Velociraptor e dei comportamenti in branco lo dimostrano. Erano molto intelligenti sulla comunicazione e addestrandoli con un tipo di comunicazione a loro livello l'uomo può addestrarli. E' anche vero che il loro istinto non cambia". Continuò con la lezione mostrando ulteriori esemplari. L'ora successiva si spostarono sul ponte ologrammi mostrando gli esemplari di cui parlava.

"Il giro finisce qui, grazie a tutti. Computer chiudere programma"

Data raggiunse La Forge accostandosi al suo fianco "Geordi è pronto il cip?!"

"Certamente Data è nel mio alloggio, vado subito a prendertelo" Geordi nel avviarsi di corsa venne fermato da Maggie

"La Forge. Geordi, avrebbe un minuto?"

La Forge tornò indietro "Winter, stavo andando a prendere una cosa per il Comandante Data e sono subito da te", intervenne Data che senza nessun problema chiese di andare al suo posto "Geordi, ci vado io a prendere il cip, basta solo che mi dici dove si trova".

"Ti ringrazio Data, lo trovi sul tavolo, c'è ne è uno con un biglietto con scritto non toccare, devi prendere l'altro".

La Forge la seguì in sala ologrammi "Computer attivare programma Raptor 2", "Programma attivato". In pochi secondi si trovarono in mezzo in una radura del Cretaceo. Maggie tirò fuori dalla tasca un fischietto lo portò alla bocca soffiandoci dentro. "Ora sta a guardare", pochi attimi dopo furono circondati da quattro Velociraptor, Maggie inchinò la testa al capo del gruppo avvicinandosi lentamente allungo la mano sul muso "Lei è Kanika il capo del branco, Nishant, Paride e Alie. So che sono solo ologrammi ma sto studiando i loro comportamenti se vuoi conoscerli più da vicino cammina lentamente e non fare rumore".

Data entrò nell'alloggio di La Forge andando direttamente al tavolo ma venne interrotto da Spot che saltò sul tavolo facendo cadere a terra il biglietto "Spot… guarda cosa hai combinato!" lo prese in braccio coccolandolo in testa e iniziarono le fusa "per colpa tua ora on so più quale cip dovevo prendere. Scommetto che stavi dormendo sulla sua coperta di nuovo …. Geordi non sarà felice". Data prese uno dei due cip uscendo dalla camera.

Nel corridoio Riker intercettò Data "Data!"

"Riker! Che posso fare per lei?"

Riker con l'indice grattava il mento di Spot che per il piacere alzò il mento e chiuse gli occhi "Ciao Spot…. Ti piaccione le coccole sul mento vero?!. Sa dove sia la Winter?"

"E' sul ponte ologrammi con Geordi"

"Grazie data. Ci vado subito"

"Riker, può dire a Geordi che non so che cip ho preso, e lo proverò ad inserire lo stesso" Riker lo guardò per qualche istante e annui "Certamente".

Sul ponte ologrammi Geordi stava lentamente avanzando insicuro "Non so se ho voglia di avvicinarmi. Oddio sta ciondolando la testa e mi fissa". Maggie si voltò verso di lui incoraggiandolo "Non ti fanno nulla, sono solo ologrammi e poi ho messo i parametri di sicurezza" Geordi si lasciò convincere "Ok, che devo fare?" Maggie gli indicò la carne da prendere dal secchio e scegliere un Velociraptor . ne prese un pezzo inchinò la testa verso il Raptor sulla sinistra di Kanika, gli tirò la carne il predatore ciondolò la testa osservando il pezzo di carne con velocità lo afferrò con la bocca.

Lei lo guardava con entusiasmo con un sorriso abbagliante "Complimenti Geordi, Nishant non si è mai fidato degli estranei, se si lascia toccare il muso sei a posto" .

Data nel mentre inserì il cip nel computer, non riscontrò nessun problema per il momento. Chiese al replicatore di cibo un gusto specifico "Computer, vorrei una cioccolata al triplo cioccolato con panna e amarene grazie" il replicatore lo considerava un gusto inesistente "Davvero strano Geordi mi aveva assicurato che avrebbe funzionato lo ha provato lui stesso" pesò fra se, da quel momento capì di aver sbagliato a prendere il cip.

Sul ponte ologrammi Riker li raggiunse passò nella radura scavalcando ogni ramo. Stavano nutrendo i Velociraptor e interagendo con loro rimase stupito, nel avvicinarsi però calpestò un ramo spezzandolo con il piede e Kanica morse la mano di Maggie "Ahi! Kanika mi hai fatto male di nuovo!" si guardò la mano che piano piano uscì del sangue dai buchi lasciati dai denti. "Scusate non volevo fare rumore, la sua mano sta sanguinando".

"Che stranezza non mi era mai capitato" prese le bende dalla scatola del pronto soccorso appoggiata ad un tavolo avvolgendole sulla mano.

"Geordi, Data mi ha detto di dirti che crede di aver preso il cip sbagliato" Riker si avvicinò con un ulteriore passo

Maggie ordinò fermamente a Riker di non muoversi "Stia fermo dov'è, I Raptor sono nervosi. Deve essere successo qualcosa di strano. Computer arrestare programma". Il Computer non rispose al comando "Computer arrestare programma". Il cip che Data inserì era instabile, prese quello sbagliato. Si ritrovarono bloccati tutti e tre sul ponte ologrammi con tutti i Dinosauri.

Per qualche istante comparirono le porte del ponte, il cip inserito tolse i parametri di sicurezza mescolando i programmi di Maggie.

"C'è un problema, siamo bloccati qui, le porte non si aprono"con preoccupazione Maggie pronunciò quelle parole

"Non si preoccupi, staremo qui ad aspettare gli aiuti" Geordi cercò di rassicurarla

"Tu non capisci Geordi, qualcosa ha tolto i parametri di sicurezza e mischiato i mie programmi. Temo che siamo bloccati qui con diversi Dinosauri …. E non solo erbivori…" la sua preoccupazione peggiorò

"Quali altri carnivori?" chiese Riker

"Il T-Rex, un Dilophosauro poi un Megalosaurus, Compsognathus e….. e lo Spinoauro" Maggie era preoccupata molto più di prima, non si era mai trovata in una situazione del genere. Ma era una Paleontologa e cercava di stare calma lei era l'unica esperta tra i tre.

Data si diresse in gran fretta dal Capitano, "Capitano c'è un problema"

"Che tipo di problema Data"domando Picard

"Dovevo prendere un cip nell'alloggio di Geordi ma Spot è saltato sul tavolo mischiando i cip, uno era instabile e l'altro era corretto"

"Mi faccia indovinare Data ha preso quello sbagliato non è così?" chiese Picard

Data riprese dando notizie peggiori al Capitano "Il fatto peggiore Capitano è che il cip è instabile su certi punti, e ha bloccato sul ponte ologrammi Geordi, Maggie Winter e Riker. Il fatto che sono stati tolti i parametri di sicurezza e si trovano rinchiusi sul ponte con diversi Dinosauri. Ecco la lista ho letto i programmi che ha inserito Maggie nel computer".

L'umore di Picard non era dei migliori "La maggior parte dei Dinosauri sono carnivori e pericolosi"

"Si capitano".

Con rammarico La Forge comunicò altri guai "Mi secca dovervi comunicare ulteriori problemi ma le comunicazioni con la nave sono state interrotte". Riker portò le mani alla fronte "Fantastico, che si fa ora?"
"Prima mi hai detto del cip, se Data lo ha messo nel computer sono certo che sia per questo che siamo bloccati qui, non era ancora pronto. Quel cip serviva per migliorare la velocità del computer della nave ed eliminare i processi danneggiati. Il bello è che si vedeva il biglietto con scritto non toccare". La Forge si sentiva in colpa e non poteva rimediare al problema in quel momento. "Scusa per la domanda" chiese Maggie mantenendo la collera "Il cip giusto a cosa serviva?". "È semplice" rispose lui "Avevo caricato nuovi tipi di richiesta di cibi nel replicatore. Ho fatto una prova e ha funzionato". Riker incrociò le braccia scoppiando a ridere " Fammi capire siamo rinchiusi qui per un cip sbagliato?! Perché quello giusto serviva solo per il replicatore di cibo?". Con tono basso " Esattamente Comandante". I problemi aumentarono quando iniziò a tremare il pavimento e in lontananza un ruggito forte "Il T-Rex?" Domandò Riker, "No, qualcosa di più grosso, è lo Spinosauro... " Lo Spinosauro arrivava rapidamente cercando cibo "Corriamo" mormorò lei. In gran fretta corsero più lontano possibile ma sulla loro strada si aggirava un T-Rex "A quanto pare è tutto contro di noi" disse La Forge con sarcasmo "Da che parte ora?"
"Da questa parte" rispose a voce bassa Maggie. Seguirono i passi di lei ma furono bloccati dallo Spinosauro e dal T-Rex che si rinchiarono a vicenda per il territorio, si azzannarono per contenderselo, e approfittarono per fuggire. Per ripararsi salirono sui grossi alberi per ripararsi per un po'. Nel frattempo in plancia si decideva come agire "Capitano Picard il problema più grosso è lo Spinosauro per non parlare del Dilophosauro" spiegò Prya
"È pericoloso non è vero?" Domandò preoccupato
"È logico che è pericoloso, il Dilophosauro dietro le orecchie aveva due ventagli che apriva per divorare la preda spruzzando una soluzione paralizzante che rendeva cieca la preda"
"Non c'è tempo
"Non c'è tempo da perdere, Data lei e Prya lavorerete al cip e come sbloccare la porta" Picard impartì gli ordini da eseguire all' istante.
La situazione era calma e i tre imprigionati scesero dall' albero cercando di uscire dalla foresta. La via era lunga e vennero rincorsi dal Megalosauro.

Le loro gambe non ebbero un minuto di tregua, Maggie era distante di qualche passo da Riker e La forge. Il Megalosauro che guadagnava terreno, Maggie non vide la radice sporgente inciampandoci si slogò la caviglia. "Maggie! Ora vengo a prenderti" gridò La Forge
"No, voi andate, mettetevi in salvo" Maggie gemette grida di dolore, non poteva muovere la gamba. Il Megalosauro si stava avvicinando bastava sentire il rimbombo dei passi e dei ruggiti che emetteva. Vide la sua preda a terra era pronto per attaccarla, ma arrivò in soccorso Kanika posizionandosi davanti alla padrona, ciondolava la testa battendo sul tronco l'artiglio. Gemette il richiamo d'aiuto girandosi poi verso Maggie come se volesse farla scappare. Riker la prese di corsa caricandola sulle spalle, "Ci sta dando il tempo per scappare, andiamo Maggie. Lei sa quello che deve fare".
In pochi attimi il Megalosauro fu circondato da quattro Velociraptor che per salvare la padrona lo attaccarono saltandogli in groppa. Lui era più grande di loro per istinto ringhiò ma i Velociraptor non si lasciarono intimidire. Con voracità lo morsero dappertutto.
"Corrimano fuori dalla radura" ordinò Riker continuando a correre, qualche miglia più avanti si aprì una grossa distesa di erba e ruscelli d'acqua, C'erano branchi di Branchiosauri, stegosauri, Bausaurus lentus persino i Parasaurolofo e i Pachicefalosauri.
Lo spettacolo era bellissimo, Riker indicò dei massi per riposarsi.
"Non è bellissimo? Vivevano tutti in Branco e si spostavano uniformemente" a Maggie le ritornò la vita negli occhi visto che era certa che il Megalosauro l'avrebbe mangiata viva.
"Non guarderai più i Dinosauri con gli stessi occhi immagino" osservò La Forge "In realtà non è così, io sono una paleontologa ed è il mio lavoro studiarli. Di certo non mi sarei mai aspettata di finire rincorsa così ma li amo lo stesso" Maggie si coricò sul masso e chiuse gli occhi per riposarsi.
Il petto di Riker suonò, schiacciò la trasmittente rispondendo "Numero uno! Come state?" Riker si riprese subito sentendo Picard "Capitano è bello sentire la sua voce. Stiamo tutti bene, la Winter ha solo una caviglia slogata... Quando ci venite a recuperare?".
"All'istante Numero Uno, Worf sta arrivando, Data è riuscito a togliere il blocco del ponte ologrammi" Picard con gioia chiuse la chiamata. "Grazie Capitano!"
"Signori arrivano i nostri". Finalmente si aprì la porta ad attenderli come promesso c'era Worf, Riker prese in braccio Maggie seguito da La Forge. "È bello rivederla Worf, dobbiamo portarla in infermeria" commentò Riker. Maggie appena vide Prya l'abbraccio', la Vulcaniana per un attimo rimase immobile poi si lasciò andare. Una volta che si riprese Data le mostrò una sorpresa portandola sul ponte ologrammi " Signorina Winter, ho una sorpresa per lei, sono riuscito a resettare il programma e le ho riordinato i suoi programmi." Maggie ordinò al computer di attivare il programma sui Velociraptor, Data le prese il braccio "Non sono sicuro che i Velociraptor si ricordino tutto, io ho fatto tutto il possibile". La liberò dalla mano lasciandola andare, prese il suo fischietto chiamando le sue creature. Il primo ad arrivare fu Kanika borbottando qualcosa, Maggie si girò osservandola, inchinò il capo allungò la mano e Kanika ci appoggiò il suo muso. Maggie fu sorpresa e felice "Allora ti ricordi di me!" A loro volta arrivarono anche gli altri che senza problemi si avvicinano riconoscendo la padrona. Prese il secchio con la carne " Allora chi ha fame?!". Sulla porta Riker, La Forge e Picard la osservarono
"I cuccioli tornano sempre dalla madre" commentò Picard sbalordito "Forza lasciamola tranquilla".